Pubblicato da: Massimo Calabrò | 16 ottobre, 2007

Ecosistema urbano 2008: Reggio Calabria guadagna 25 posizioni dal 2005

Analizzando le graduatorie degli ultimi anni dell’Ecosistema urbano, il rapporto sulla sostenibilità e sulla qualità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani, Reggio Calabria, dal 2005 ad oggi, ha guadagnato 25 posizioni nella classifica redatta da Legambiente e realizzata in collaborazione con il Sole 24 ore. Dal centotreesimo ed ultimo posto del 2005, Reggio oggi occupa una considerevole settantottesima posizione. Dati che rendono soddisfatto l’assessore comunale all’ambiente Antonio Caridi. “Il lavoro intenso di questi anni sta dando i frutti sperati – sottolinea l’esponente della giunta Scopelliti. Un lavoro spesso silenzioso quello realizzato dall’assessorato, senza proclami, ma rimboccandoci le maniche abbiamo avviato una serie di iniziative tese alla salvaguarda dell’ambiente. La nostra risalita nella classifica relativa all’ecosistema urbano è stata graduale – aggiunge l’assessore. Dalla centotreesima posizione (anno 2005) siamo passati, l’anno seguente alla novantasettesima e successivamente all’ottantaseiesima per poi giungere quest’anno (ecosistema 2008, dati relativi al 2007) alla settantottesima. Anche da parte dei cittadini c’è maggiore attenzione verso i temi ambientali e ciò si nota, ad esempio, nella raccolta differenziata e nel rispetto della cosa pubblica. Chiaramente il nostro obiettivo è quello di guadagnare ulteriori posizioni e migliorare la qualità della vita – continua Antonio Caridi. Ciò potrà avvenire, a nostro giudizio,  attraverso una serie di iniziative e progetti. Crediamo infatti sia necessario aumentare la percentuale di raccolta differenziata, diminuire i consumi e la dispersione idrica e ridurre i consumi elettrici pro capite. Questi obiettivi sono raggiungibili attraverso campagne mirate di educazione ambientale rivolte sia agli studenti che alle famiglie. E’ nostra intenzione – aggiunge l’assessore – creare piste ciclabili e aumentare le isole pedonali distribuendole sul territorio comunale, aumentare la capacità di depurazione delle acque reflue e aumentare i metri quadrati di verde urbano disponibili per ciascun abitante. Riteniamo inoltre indispensabile approvare il piano di risanamento acustico e la zonizzazione acustica. Obiettivi ambiziosi ma raggiungibili. Il nostro impegno – conclude Caridi – da oggi è rivolto in questa direzione”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: