Pubblicato da: Massimo Calabrò | 24 dicembre, 2007

Reggina Catania 3 – 1, cade il tabù casalingo contro i rossazzurri

Era dal campionato 1987 – 88, gol di Onorato e Lunerti, che la Reggina non sconfiggeva in casa il Catania, autentica bestia nera amaranto soprattutto negli anni 70. Le sconfitte per me più amare furono quelle maturate con il classico punteggio di 1 a 0 per tre anni di fila, dal 1977 al campionato 1979 – 80. I gol, rispettivamente, se la memoria non mi inganna, di Frigerio, Rappa e Marco Piga su rigore. Cinque gli ex amaranto tra campo e panchina: Stovini, Baiocco, Colucci, Sottil e Nardini, oltre Giacomo Tedesco non convocato. Per tornare alla vittoriosa gara di ieri con tre splendidi gol di Vigiani (per il Catania a segno Vargas), qui di seguito alcune foto: i circa 1100 catanesi al seguito, il minuto di raccoglimento prima della gara e la sciarpata amaranto.

 

Annunci

Responses

  1. […] Al termine del primo tempo e con il Parma in vantaggio con un rigore, sacrosanto, di Cigarini per fallo di Cirillo l’incubo della serie B era presente. In fondo in fondo ci aspettavamo una Reggina diversa nella ripresa, più intraprendente visto che la formazione amaranto, quando è sotto, gioca meglio. Ed in effetti è stato così. Anche se, diciamolo francamente, l’effetto espulsione Paci è stato determinante. L’uno – due del sempre verde capitan Cozza è stato decisivo. Finalmente il pubblico è tornato agli splendori di un tempo e così, come i protagonisti hanno sottolineato, l’effetto Granillo, luogo comune di tante partite passate di questo campionato, c’è stato, eccome! Diciottomila reggini che tifano Reggina allo stadio non si vedevano da tempo. L’idea di Foti, 10 euro per 2 partite, è stata semplice e grandiosa. Con circa 7000 tagliandi staccati è facile sapere quanto è entrato nelle casse amaranto. Una nota a margine. Premesso che in tanti non abbiamo capito la sostituzione di Lucarelli (beh, non saranno problemi nostri) c’è da dire che il pubblico ha riservato al campione livornese il solito applauso di stima, ricevendo dal numero 9 del Parma un ringraziamento sincero. E domenica si va a Catania mentre la mente va ai derby infuocati degli anni 70 – 80. […]

  2. […] che sino ad un paio di settimane fa sembrava compromesso. Nella gara di andata avevo scritto della caduta del tabù casalingo sconfitto contro i rossoazzurri , adesso cade pure quello a Catania dopo 60 anni. Si perchè la vittoria dello scorso anno avvenne […]


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: