Pubblicato da: Massimo Calabrò | 25 maggio, 2008

I nomadi ed il “modello Reggio”

 Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Che Reggio Calabria abbia tracciato la strada in merito alla delocalizzazione ed integrazione dei nomadi è ormai cosa assodata. Che però alcuni organi di informazione nazionali evitino di parlare del “modello Reggio”, soprattutto in questo periodo in cui un po tutte le amministrazioni cercano soluzioni per affrontare e risolvere il problema mi da un po fastidio. C’è però qualche eccezione. Recentemente se n’era occupato il TG 1 con un ampio servizio, nei giorni scorsi invece “Il Giornale” ha dedicato spazio alla vicenda. In questi giorni anche la TV delle libertà e Radio Vaticana hanno ritenuto opportuno approfondire il “modello Reggio” e l’integrazione dei nomadi in città.

La foto che posto è relativa ad una lunga intervista che la tv delle libertà ha fatto con il Sindaco Scopelliti che andrà in onda lunedì 26 maggio.

Annunci

Responses

  1. Dopo il 208 via gli “zingari” da modena e ciccarello
    Ciao, il problema nomadi a Reggio Calabria è molto più ampio di quanto possa sembrare.
    Io abito nella zona dell’albergo Apan, e periodicamente nel mio condominio avvengono furti di qualsiasi tipo dall’autoradio al ciclomotore fino addirittura all’auto!!!
    questo fenomeno è dovuto alla presenza dei cosiddetti “nomadi” o “zingari” che dir si voglia.
    Tu potrai pensare che sono il solito razzista che non vede di buon occhio gli extracomunitari, ma non è così, anzi sono una persona molto aperta al dialogo e non faccio discriminazioni raziali, però non mi piace lasciare impuniti i malfattori!Ogni giorno vedo sfrecciare proprio di fronte casa mia i cosìdetti”zingari” con auto e moto di grossa cilindrata sempre nuove di zecca, abitano in palazzine donate dal comune, non pagano tasse multe senza parlare del sudiciume che lasciano per strada, ma come fanno a mantenersi certi lussi???
    io sono un cittadino onesto che paga puntualmente le tasse(tutte anke il canone tv)
    penso di avere dei diritti oltre a dei doveri!perche le forze dell’ordine non agiscono contro questi presuti “poveri” nomadi?
    io mi spacco la schiena per portare a casa uno schifo di stipendio faccio sacrifici per comprare un ciclomotore a rate, e come premio cosa ricevo?
    che un bel giorno esco per andare a lavoro ma al posto del mio scooter mi ritrovo solo catena e bloster distrutti!e probabilmente per riaverlo dovrò sborsare una somma di denaro!cosa ke non ho fatto per il precende motorino rubato(si hai vcapito bene è il secondo ke mi rubano)
    Sono stufo di queste ingiustizie
    non sono razzista verso i nomadi ma lo sono verso i farabutti impuniti!
    la delocalizzazione dei nomadi forse è il sistema migliore per vincere questa battaglia xò credo che debba essere fatta in maniera massiccia e verso più zone, altrimenti si crea il problema del ghetto!
    Io sono reggino e sono orgoglioso di esserlo xò qst mi fa capire xkè molte persone preferiscono vivere al nord dove le regole vengono applicate da tutti e chi sbaglia paga, non solo l’onesto cittadino!
    La mia richiesta è semplice:
    cosa bisogna fare per risolvere il problema “zingari” a reggio?
    per delocalizzarli quante firme servono?
    che petizione bisogna far sottoscrivere alla gente??
    così non si può andare avanti io nn ho i soldi per pagare un motorino ogni 6 mesi!
    Non sono io a non volerli, sono loro che non si fanno volere!
    Non sapevo a chi rivolgermi spero che ciò che ho scritto non rimanga solo un post reply.spero nell’intervento tuo e magari del sindaco ke ho visto propenso nella delocalizzazione (vedi caserma cantaffio)con la presente ti ringrazio e ti saluto

  2. Caro Dario,
    devo dirti innanzitutto che condivido il tono utilizzato ed il contenuto del tuo post.
    Non mi pare per nulla che tu sia razzista, anzi. Sei un cittadino amante delle regole che vede quello che succede e lo descrive. Personalmente il problema furti nella tua zona lo conoscevo solo in minima parte ma considera che alcune testate giornalistiche sono più occupate a trovare l’amministrazione in fallo che occuparsi di problemi tipo il tuo. In merito alla delocalizzazione dei nomadi nel tuo quartiere il
    problema credo sia complesso. Sia perchè loro le case le hanno e poi perchè per l’assegnazione delle abitazioni bisogna seguire una graduatoria (attualmente c’è quella del 1999) che va a scorrimento. E poi, altra cosa non secondaria, immagina se l’amministrazione dovesse assegnare abitazioni ai nomadi che già l’abitazione la possiedono scavalcando chi la casa non la ha. Ci sarebbe, giustamente, una sollevazione popolare. In ogni caso ti consiglio di
    interessare le testate locali e di scrivere, in modo più sintetico, ciò che hai scritto sul mio blog, sottolineando in particolare, il problema sicurezza. Se hai bisogno di indirizzi e particolari spinte alla pubblicazione della lettera fammelo sapere. Ciao a presto.

  3. anche a me l’altro giorno ( 17/06/2009) sono andato a fare un lavoro a casa di un cliente nella zona di via Ciccarello ed al mio ritorno ho trovato il vetro posteriore rotto e mi accorgevo che si erano presi : Trapano a batteria BOSCH , borsa per gli attrezzi completa e due decoder sky per un valore complessivo di 1650 euro e non hanno fatto in tempo a prendere lo strumento di misura per il satellite senno la cifra sarebbe salita a circa 5500 euro . Alla fine con una certa somma che non sto a dirvi ho recuperato il tutto . Ma e’ mai possibile che ancora oggi si debba sottostare a certi sopprusi ???


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: