Pubblicato da: Massimo Calabrò | 5 agosto, 2008

L’aeroporto di Trapani e quello di Reggio Calabria, che differenze

 Image Hosted by ImageShack.us

Non voglio fare la solita riflessione sulla Sogas e sullo scalo reggino, oggetto di discussione di media e blog soprattutto in questo periodo, ma evidenziare come un piccolo aeroporto, come quello di Trapani riesca ad offrire all’utenza varie soluzioni nonostante la concorrenza del più titolato scalo di Palermo.
Di Trapani ricordavo la vittoria della Reggina per 1 a 0, campionato di C1, 94 – 95 con gol di Carrara e Giuliano Zoratti in panchina. Ma questa è un’altra storia.
Ho utilizzato lo scalo trapanese ultimamente e sono rimasto più che soddisfatto. Andiamo al nocciolo della questione:
Trapani offre: Roma Fiumicino, Milano Linate, Pisa, Pantelleria, Dusseldorf, Brema, Bari, Brescia, Birmingham, Dublino, Stoccolma, Francoforte, Londra, Bergamo, Barcellona ed anche Palermo. Certo, per Milano non si tratta di Malpensa, per Barcellona l’aereo atterra a Gerona (110 km di distanza) per Stoccolma atterra a Skavsta (100 km ed 1h 20 di tragitto in pullman) ma si tratta di uno scalo che, diciamolo francamente, ci surclassa a livello di offerte. Airbee (bresciana) e Ryanair, tanto per fare alcuni esempi, hanno puntato sullo scalo trapanese. E meno male che a Reggio resistono ancora Air Malta e Myair.

 

Annunci

Responses

  1. Hai perfettamente ragione caro Massimo. Anche io da tempo seguo con maggior attenzione le vicende dell’Aeroporto di Trapani in vista dell’acquisizione del 35% del capitale sociale della Sogas da parte della Miro Radici che ricordo controlla anche Trapani con un 38% di quote.
    Sarebbe un grande successo secondo me, se una volta insediata la Miro Radici al Tito Minniti si possa seguire come esempio la gestione di Trapani.
    Ciao!.

  2. Caro Roberto,
    seguo quasi quotidianamento il tuo sito che tu ed il tuo staff gestite con grande professionalità. A volte, anzi molto spesso, giornalisticamente parlando, anticipate i media locali su alcune news.
    Per quanto riguarda la Miro Radici anche io ritengo che si tratta di un grande gruppo ma so che la società che gestisce Catania, che aveva partecipato al bando ma è stata esclusa, ha fatto ricorso per cui la procedura per la scelta del socio privato potrebbe allungarsi. In ogni caso la gestione di Trapani mi è sembrata buona.
    Ciao ed a presto.

  3. Ciao Massimo,
    innanzitutto complimenti per il tuo blog.
    Ti volevo aggiornare per quanto riguarda la gara di privatizzazione per la SOGAS S.p.A. Il ricorso della SAC è stato respinto definitivamente, perchè detta società ha partecipazione a maggioranza pubblica e questo non rientrava nei termini dettati dal bando che chiedevano una società a maggioranza privata. Secondo un comunicato stampa Radici Finance di poco tempo fa si prevede di concludere la privatizzazione dello scalo di Reggio Calabria entro Novembre 2008.

    Ancora complimenti per l’ottimo lavoro che svolgi,
    ciao e continua così

  4. Ciao Peppe,
    grazie per l’aggiornamento che mi hai dato. Volevo dirti che la vicenda Catania e privatizzazione era stata tirata in ballo nel corso di un incontro che si è tenuto al Comune (questa è il mio comunicato ripreso dall’Ansa e inserito anche su vari siti, blog e sui giornali locali (http://www.telereggiocalabria.it/notizie/2-politica/11362-aeroporto-dello-stretto.html ) nel corso del quale è stato detto che la società che gestisce Catania non si sarebbe arresa.
    In ogni caso rinnovo anche a te i complimenti per il vostro blog.
    Spero di iscrivermi presto anche nel vostro furum che ritengo abbastanza equilibrato.
    Ciao

  5. Ciao Massimo, anche io per prima cosa ti faccio i complimenti per il blog e i suoi contenuti.
    Complimenti per il paragone, quanto mai azzeccato, tra i 2 scali (Trapani e Reggio) che in tempi non sospetti, anche io paragonai, essendo molto simili i tessuti sociali dove sono inseriti, la vicinanza di aeroporti leader e soprattutto la voglia di rilancio che li accumunava.
    Nell’arco di 2-3 anni si è assistiti ad un continuo crescendo dato che Trapani regista di anno in anno continui aumenti di passeggeri, mentre Reggio ha fermato la sua corsa.

    Il paragone tra i scali, inoltre regge anche in termini di gestione, essendo un esempio di come si spendono i finanziamenti e in quale direzione vengono “elargiti”.
    Trapani ha scelto la via, rischiosa, di offrirsi (e offrire soldi) a Ryanair, per poter offire un offerta vantaggiosa e una pluralità di destinazioni ai suoi utenti.
    Le molte destinazioni internazionali aperte, permettono di vendere il prodotto Trapani-Palermo ai vari tour operator, permettendo di gettare le basi per un serio sviluppo turistico.

    Al Tito invece, si è preferito finanziare delle Compagnie “APRIPISTE”, sconosciute ai più, per poter dimosstrare alle major che il traffico su direttrici quali Bologna, Pisa, Torino esiste e quindi potevano scommettere sul nostro scalo.
    Le varie Interstate, Italì e Clubair, nonostante un brand sconosciuto al viaggiatore-medio e alle agenzie viaggi, hanno dimostrato (e i numeri parlano chiaro) la “fame” di voli del nostro scalo.
    Purtroppo però le grandi Compagnie hanno sempre ignorato Reggio e a sua volta Reggio ha fatto poco (a mio modo di vedere) per sponsorizzarsi in maniera adeguata e rientrare nei grandi circuiti internazionali del turismo (di qualunque tipo esso sia, congressuale, terzà età, low-cost ecc).

  6. Caro trasportista,
    come vedo siete molto addentrati alle problematiche tecnico – pratiche del Tito Minniti e degli altri scali. La cosa che mi fa rabbia è che sono dovuto andare a Trapani per raggiungere Stoccolma a prezzo decente altrimenti avrei dovuto fare quel giorno Reggio – Roma – Monaco – Stoccolma con il rischio di ritardi e perdita degli aerei, senza tralasciare il costo quasi triplo.
    Continuate così con il vostro blog.
    A presto

  7. Caro Franco, leggi quanto scrissi tempo fa, paragonando gli aeroporti di Reggio e Trapani.

    https://massimocalabro.wordpress.com/2008/08/05/laeroporto-di-trapani-e-quello-di-reggio-calabria-che-differenze/


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: