Pubblicato da: Massimo Calabrò | 26 gennaio, 2009

Reggio Calabria, le iniziative del comune a sostengo delle vittime del racket

Image Hosted by ImageShack.us

Sono state illustrate nei locali della Prefettura, le iniziative a sostegno delle vittime del racket realizzate dal comune di Reggio Calabria. All’incontro hanno partecipato il commissario straordinario antiracket, prefetto Giosue’ Marino, il presidente onorario della Federazione antiracket, Tano Grasso, il Procuratore della Repubblica, Giuseppe Pignatone, i responsabili delle forze dell’ordine, il Prefetto Francesco Musolino, ed il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti. Nel dettaglio, si va dall’esenzione totale dei tributi e delle imposte locali per 5 anni per gli operatori commerciali, artigiani, liberi professionisti e vittime di richieste estorsive, al condono antiracket, alla destinazione del 5 per 1000 dell’irpef, relativa alle entrate comunali del 2009, per la promozione della cultura delle politiche antiracket da realizzare con le organizzazioni di categoria. Tra le iniziative illustrate anche la realizzazione di sistemi di videosorveglianza. L’amministrazione comunale ha già stanziato mezzo milione di euro per assicurare il sistema di sorveglianza in 15 scuole cittadine. Nel bilancio di previsione del 2009 si procederà inoltre ad inserire uno stanziamento di 1.500.000 euro da destinare al finanziamento delle spese di investimento che potranno essere realizzate dal comune o da privati.
“Per quanto concerne le iniziative del comune di Reggio Calabria – ha evidenziato il commissario straordinario antiracket, Prefetto Giosuè Marino – si tratta di una forte testimonianza della locala amministrazione, protagonista assieme alle altre istituzioni di un forte percorso di recupero della legalità, un invito forte alle denuncia. In Calabria ci sono segnali significativi rispetto alla disponibilità a denunciare questi fenomeni. Segnali deboli, ma positivi, che fino a qualche tempo fa non c’erano”.
“Si tratta di una battaglia della città, non del sindaco – ha sottolineato il primo cittadino Giuseppe Scopelliti. L’amministrazione, così come fa per i processi di mafia, si costituirà parte civile. Io sono convinto che, oltre l’impegno straordinario dell’amministrazione ed il decisivo supporto delle istituzioni e delle forze dell’ordine, ci sarà un grande coinvolgimento delle associazioni del territorio che forniranno un contributo importante”.
Tano Grasso ha concluso sottolineando la positività delle iniziative del comune di Reggio Calabria. “Gli imprenditori locali sanno di avere al loro fianco forze dell’ordine e magistratura dotata di eccellenti professionalità e sensibilità”.

Annunci

Responses

  1. Bisognerebbe estendere l’iniziativa a livello nazionale…l’unione fa la forza…!


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: