Pubblicato da: Massimo Calabrò | 25 febbraio, 2009

Torneo inteprofessionale, contro gli agronomi un pareggio da eroi

Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us

Contro gli agronomi, seconda forza del torneo interprofessionale organizzato dalla Uisp, c’era da dimenticare la sconfitta dell’andata. Pesante nel punteggio e con qualche ruggine dovuta all’eccessiva foga di un avversario che aveva infierito in 11 contro 7. La partita per noi, era data persa in partenza. Quella più importante si giocherà sabato alla pinetina contro i farmacisti. Ma a volte le motivazioni posso fare la differenza. E così è stato. Gli agronomi, non a caso sono secondi. Una squadra tosta, ben messa in campo, con uomini che possono fare gol in qualsiasi momento. Nella nostra squadra, a dire il vero, mancava l’elemento più rappresentativo, il bomber Polimeno. A ciò si è aggiunta, nelle ultime ore, la defezione del portiere Minniti. Tegole su tegole. Ma gli avversari non avevano fatto i conti con l’orgoglio e le motivazioni della nostra squadra. La gara, in sintesi, è stata così: agronomi quasi sempre in attacco e giornalisti a difendere e ripartire in contropiede. Il gol del vantaggio degli avversari è avvenuto su rigore. Un dubbio contatto in area e l’arbitro lascia proseguire. Il guardalinee fa segno al direttore di gara di avvicinarsi ed il nostro giocatore Gangemi dice all’arbitro di aver commesso il fallo. Insomma un vero e proprio gesto da fair play che farebbe rabbrividire anche Franco Brienza. Dopo l’1 a 0 dentro alcuni di noi il solito pensiero: “altro rigore contro e via alla goleada avversaria”. Ma non fu così. Questa volta a rabbrividire è stato Edgar Barreto. Il pareggio di Baccellieri supera, come bellezza, anche il gol del paraguaiano contro l’Empoli del campionato scorso. Il 2 a 1 arriva su eurogol degli agronomi. Ma la reazione nostra è veemente. Licordari che ha ricordato Di Michele (quello del secondo anno a Reggio Calabria) semina il panico sulla fascia. Conclude a rete e fa esplodere il “Campoli” di Bocale. Tripudio sugli spalti. Gli ultimi minuti, compresi i 4 di recupero, sono un autentico assedio. Ma resistiamo ed alla fine, festeggiamo alla grande il 2 a 2.

Pagelle

Iriti 9 Un vero e proprio jolly. Infortunato Minniti, ricopre, alla grande, anche il ruolo da portiere.
Baccellieri 9,5 Ha mandato la cassetta a Barreto per fargli rivedere il gol. Gioca il secondo tempo con un dito mezzo rotto.
Polito 8,5 Lotta e tiene il campo senza problemi. Duro ed incisivo nei momenti gusti
Giordano 9,5 Merita la convocazione nella rappresentativa interistituzionale. Crea, imposta, difende, attacca, lancia e finalizza. Cosa volere altro?
Cordova 9 La sua assenza si è sentita. Torna con il piglio di un centrocampista consumato. Dribbla e, palla al piede, non sbaglia mai.
Calabro’ 9 “partita ineccepibile sul piano tecnico e tattico. Sbalgia poco o nulla e s’intende a meraviglia con il compagno di reparto” (questa pagella è a cura di Giovanni Giordano) .
Gangemi 9 Ha ricordato Rudy Krol nelle annate napoletane. Lanci millimetrici e gesto da fair play degno di platee superiori.
Trapani 9 Ha classe. La continuità sta arrivando. Migliora di partita in partita. Tiene bene la zona centrale del centrocampo.
Scevola 9 Grinta, determinazione, esperienza sono le sue doti naturali. Non tira mai la gamba indietro.
Licordari 9,5 Che partita. Corre, lascia dietro di se avversari su avversari. Un gol e tante buone occasioni.

Le foto sono di Pasquale Garreffa, in arte Fafo www.fotofafo.com

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: