Pubblicato da: Massimo Calabrò | 9 marzo, 2009

Torneo interprofessionale, prestazione dignitosa e sconfitta in inferiorità numerica contro gli ingegneri

Giocare in inferiorità numerica non è mai piacevole soprattutto se si tratta di un torneo amatoriale. Nonostante l’ex tecnico di Milan e Roma Niels Liedholm sostenesse che giocare in 10 a volte è un vantaggio, non credo che a tutti piacerebbe disputare una partita in inferiorità. Contro gli ingegneri, nella penultima giornata del campionato interprofessionale organizzato dalla Uisp di Reggio Calabria, buona parte del primo tempo, a causa di acciacchi vari, lo abbiamo giocato in 9 e poi il resto della gara in 10. In ogni caso ne è venuta una buona partita, abbastanza equilibrata e gradevole. La sconfitta, come dicevo, giocando in 9 e poi 10 era quasi inevitabile. In ogni caso il 2 a 4 finale è un risultato più che dignitoso. Dopo il doppio vantaggio dei nostri avversari, dimezza la distanze Licordari che si procura e realizza un calcio di rigore. Ingegneri che vanno a 3 e, dopo alti momenti di fair play, Gangemi da centrocampo riduce le distanze. Quando la nostra squadra produce il massimo sforzo per ristabilire la parità, sempre in 10 contro 11, arriva il quarto gol ospite. La vittoria dei nostri avversari è comunque meritata.

Pagelle
Iriti 7,5 Dimostra ancora affidabilità tra i pali, così come a centrocampo, suo naturale ruolo. Incolpevole sui gol subiti.
Baccellieri 7,5 Spazia su tutto il campo e da respiro alla manovra. Giocatore versatile e concreto.
Polito 7 Arrivato a partita iniziata, entra subito in clima gara dando una concreta mano alla difesa.
Giordano 8,5 Per lui si sprecano paragoni; tocca un’infinità di palloni alternando geometrie a centrocampo a giocate di classe.
Lagana G. 7,5 Arriva al “Ciccio Cozza” con una partita di calcio a 5 sulle spalle. Le pochissime volte che lo abbiamo visto in campo quest’anno abbiamo rimpianto la sua assenza.
Trapani 7 Purtroppo il tallone gli ha dato poca tregua, spesso costretto a scendere in campo in non perfette condizioni. Prestazione buona ma condizionata dal costante dolore.
Calabrò 7,5 Partita giudiziosa e di sacrificio del capitano. Copre, attacca e fa filtro sulla fascia tra difesa ed attacco (questa pagella è curata da Giovanni Giordano)
Gangemi 7,5 Vista l’assenza di attaccanti si propone avanti per poi tornare a dare concretamente una mano a centrocampo anche a causa dell’inferiorità numerica. Sigla dalla lunga distanza il gol del 3 a 2. 
Licordari 8 Lo abbiamo detto più volte. Si trova molto meglio da prima punta che affiancando la superstar Polimeno (sabato assente). Un rigore procurato e poi realizzato e tante incursioni sulla fascia.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: