E’ stato presentato, nel Salone dei Lampadari di Palazzo S. Giorgio, dall’Assessore al Turismo, Vincenzo Sidari, dall’Assessore ai Grandi Eventi, Antonella Freno, dall’esperta Serenella Fraschini e dalla Dirigente l’U.O. Cultura, Immagine e Turismo, Luisa Spano‘, il calendario per la nuova stagione  del Teatro “Francesco Cilea”.  Nonostante  le spese inferiori rispetto alle passate stagioni, sono di grande levatura artistica e culturale gli spettacoli di lirica, danza, prosa e musical rappresentate nel massimo teatro cittadino. Si parte con “Lucia di Lammermoor” di Donizetti, in programma l’8 e il 10 di dicembre, a seguire “Amleto” di Shakespeare, in programma il 18 il 19 e il 20 dicembre, “Falstaff” di Giuseppe Verdi, sarà in programma il 25 e il 27 febbraio, la “Vedova Allegra” di Franz Lehar in programma il 4 e il 6 di maggio del 2010. Gli spettacoli di prosa, oltre al “Gioco delle Parti” di Luigi Pirandello che, con la Compagnia del Teatro Stabile di Calabria, vede la presenza di Geppy Gleiyeses e Marianella Bargilli, il “Cilea”, quest’anno, registrerà la presenza di Carlo Giuffre’, impegnato nella rappresentazione de: “I casi sono due”, di Armando Curcio in programma l’8, il 9 e il 10 febbraio 2010, di Teo Teocoli, il 4 il 5 e il 6 marzo del 2010. Ampio spazio e’ stato dedicato pure ai musical, alla concertistica e alla danza. Il 14, il 15 e il 16 gennaio sarà  di scena il musical “Maria di Nazareth“, tratto da un libretto di Maria Pia Liotta e Adele Dorothy Ciampa con l’orchestra del teatro Cilea. Il concerto di Natale sarà in programma il 22 e il 23 dicembre; il 9 e il 10 gennaio 2010 si terrà il concerto lirico di Daniel Oren, mentre il 3 marzo la 9 sinfonia di “Carmina Burana” diretto dal maestro Julian Kovatchev. L’Amministrazione Comunale ha voluto segnare la stagione teatrale 2009/2010 con la realizzazione di alcuni progetti mirati a coinvolgere i ragazzi delle scuole cittadine a vivere il teatro, ma anche con l’attenzione rivolta ai diversamente abili e, in modo particolare, ai non vedenti in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi.

Il programma:

Dicembre

8-10  dicembre Lucia di Lammermoor
Musica di Donizetti
Orchestra e coro lirico: Teatro Francesco Cilea
13 (pomeriggio e sera) La bella addormentata nel bosco (danza)
Balletto nazionale del teatro dell’Opera della Repubblica Moldava
18-19-20- Amleto (prosa)
Di William Shakespeare
Con Alessandro Preziosi
Regia Armando Pugliese
Compagnia Khora Teatro
22-23 Concerto di Natale (concertistica)
Programma lirico sinfonico

Gennaio
9-10 Concerti Sinfonici (concertistica)
Direttore Daniel Oren
14-15-16 Maria di Nazareth – Una storia che continua (musical)
(14 debutto 15 e 16 scuole + serale)
Libretto di Maria Pia Liotta e Adele Dorothy Ciampa
Musiche di Stelvio siriani, Regia Maria Pia lotta, Orchestra: Teatro Francesco Cilea
29- 30-31 Il gioco delle parti (prosa)
Di Luigi Pirandello
Con Geppy Gleiyeses, Marianella Bargilli
Compagnia Teatro Stabile di Calabria

Febbraio
2-3 Rhyth Mix Federazione Italiana ginnastica ritmica (danza)
Coreografie Barbara Cardinetti, Scenografia Gianni Melis
8-9-10 I casi sono due (prosa)
Di Armando Curcio
Con Carlo Giuffre’, Angela Pagano, Ernesto Lama. Regia Carlo Giuffre’. Compagnia Diana or.i.s
25-27 Falstaff (lirica)
Musica di Giuseppe Verdi
Orchestra e coro lirico: Teatro Francesco Cilea

Marzo
3 Concerto Sinfonico (concertistica)
Orchestra: teatro francesco cilea
4-5-6 Teo Teocoli Show (prosa)
Con Teo Teocoli e con “La compagnia dei giovani”
Produzione Project e t-time
10-11 Rossini Cards –Jack in a box (danza)
Bjim ballet jazz Montreal

Aprile
11 Concerto Sinfonico (concertistica)
Orchestra: Teatro Francesco Cilea
22-23 Au cafe’ (danza)
L’Ensamble di Micha Van Hoecke

Maggio
4-5 La vedova allegra (lirica)
Musiche di Franz Lehar
Orchestra e coro lirico: Teatro Francesco Cilea

Annunci

Anche quest’anno, location ideale per la presentazione del CALENDARIO 2010 di BELLEZZE D’ITALIA è stata l’Hotel Spa Uliveto Principessa a Cittanova. Dodici mesi ed altrettanti luoghi suggestivi italiani, con l’ambizioso obiettivo di promuovere il “bello” di matrice italiana mettendo in mostra luoghi incantevoli, suggestivi ed insoliti della nostra penisola, esaltando la storia, l’arte, la cultura dell’Italia. Le dodici modelle sono state selezionate nel corso dei vari casting organizzati dalle agenzie di moda in tutte le regioni. Il calendario presentato è stato prodotto dall’Associazione Nazionale Bellezze d’Italia presieduta da Francesco Grasso. E’ stato confezionato da professionisti di altissimo livello, e, dopo lo straordinario successo del calendario 2009, sta diventando un cadeau Gran Galà Première, condotto dal direttore artistico di Bellezze d’Italia Nino Graziano Luca si è aperto con il Talk show dal titolo “Essere Belli Conviene?”. Nel corso del dibattito sono intervenuti gli attori Giorgio Pasotti e la compagna Nicoletta Romanoff, la scrittrice Hélène Blignaut autrice del libro che ha dato il titolo al talk show, le stiliste Chiara Boni e Tiziana Sabbatucci per TILU’, il direttore di Extra Alessandro Rostagno ed il vicedirettore di Raidue Gianstefano Spoto. Nel corso del Galà si è esibita la cantante reggina Micaela Foti reduce dai successi di Ti Lascio una Canzone su Raiuno. Il Talk Show – è stato corredato da fantastici dipinti e sculture di Botticelli, Michelangelo, Tiziano, Antonio Canova, foto di Gianni Berengo Gardin, filmati sul Balletto e l’Opera ed al termine del Galà è stato presentato il CALENDARIO 2010 di BELLEZZE D’ITALIAMax Botticelli. A sposare l’idea progettuale del calendario e vestire le modelle sono stati i noti stilisti Alviero Martini, Angelico, Chiara Boni, Gattinoni, Miss Bikini, Regina Schrecker, Renato Balestra, Tilù. Soddisfatto per la serata e per la riuscita del progetto il Presidente dell’ Associazione Nazionale Bellezze d’Italia Francesco Grasso. Anche la presentazione del calendario 2010 si apre nel migliore dei modi e la scelta di Reggio e della sua splendida provincia, per il secondo anno consecutivo, quale location per illustrare a livello nazionale il calendario non è stata casuale. Il progetto Bellezze d’Italia è piaciuto per aver volutamente creato un giusto mix tra bellezze delle modelle, degli abiti dei nostri prestigiosi stilisti e degli splendidi luoghi italiani che hanno fatto da splendida cornice agli scatti di Max Botticelli”.

Credits: La seconda e la terza fotografia sono di http://www.photomovie.info

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 4 novembre, 2009

Bellezze d’Italia 2010, pronto il calendario


Sabato 7 Novembre 2009 alle 19,30 presso l’Uliveto Principessa (Park Hotel e SPA) a Cittanova in provincia di Reggio Calabria si svolgerà il Gran Gala Première per la presentazione nazionale del CALENDARIO 2010 di BELLEZZE D’ITALIA in cui il Made in Italy è rappresentato da Alviero Martini, Angelico, Chiara Boni, Gattinoni, Miss Bikini, Regina Schrecker, Renato Balestra, Tilù. Il calendario Bellezze d’Italia ha l’obiettivo di promuovere il “bello” di matrice italiana mettendo in mostra luoghi incantevoli, suggestivi ed insoliti della nostra penisola; esaltando la storia, l’arte, la cultura del “bel paese” e coniugando le nuove collezioni delle grandi firme della moda alle dodici modelle protagoniste, scelte con dei casting effettuati dalle agenzie di moda in tutte le regioni. Il calendario, prodotto dall’Associazione Nazionale Bellezze d’Italia cui Presidente è Francesco Grasso, confezionato da professionisti di altissimo livello, sta diventando un cadeau scelto dai più rilevanti produttori, operatori e professionisti italiani per i propri partner, diventando così un oggetto “cult” ambito dai collezionisti.  Il Gran Gala Premiere si aprirà con il Talk show dal titolo Essere Belli Conviene? cui interverranno le dodici modelle, gli stilisti, l’attore Giorgio Pasotti, la scrittrice Hélène Blignaut, il creativo e fashion designer Elio Fiorucci, le stiliste Chiara Boni e Tiziana Sabbatucci per TILU’, il direttore di ExtraAlessandro Rostagno e Micaela Foti da Ti Lascio una Canzone su Raiuno. Condurrà Nino Graziano Luca, direttore artistico del progetto BELLEZZE D’ITALIA.  Il Talk Show -corredato da fantastici dipinti e sculture di Botticelli, Michelangelo, Tiziano, Antonio Canova; foto di Gianni Berengo Gardin; filmati sul Balletto e l’Opera- culminerà nella presentazione del CALENDARIO 2010 di BELLEZZE D’ITALIA realizzato dal fotografo Max Botticelli.

Questo il link della presentazione del calendario: https://massimocalabro.wordpress.com/2009/11/13/gran-gala-premiere-e-presentazione-nazionale-del-calendario-bellezze-ditalia-2010/

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 1 novembre, 2009

Firmato al Campidoglio un gemellaggio culturale tra Reggio Calabria e Roma

Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us

Firmato  in Campidoglio un  patto di gemellaggio artistico culturale tra le città di Roma e Reggio Calabria. Ad apporre le firma su questa storica dichiarazione d’intenti sono stati i sindaci della due città Gianni Alemanno e Giuseppe Scopelliti, alla presenza di parlamentari, uomini politici, rappresenti del mondo culturale,  accademico e diplomatico. Tra i presenti anche gli assessori comunali reggini Giovanni Biliardi ed Antonella Freno, il consigliere comunale Beniamino Scarfone e il direttore della Pinacoteca Giovanna Brigandì. La cerimonia, svoltasi in una  sala affollata – dove è stata esposta una delle tre opere, la tela di Mattia Preti “Diogene e Platone”, che i Musei Capitolini concederanno alla Pinacoteca civica della città dello Stretto –  è stata coordinata  da Umberto Broccoli, Sovrintendente  ai Beni Artistici del comune di Roma. Gli interventi sono stati del consigliere comunale capitolino Domenico Naccari, di Umberto Broccoli sovrintendente ai Beni Culturali del Comune di Roma, dell’Assessore reggino Antonella Freno, del direttore dei Musei Capitolini Claudio Parise Presicci, del sindaco di Reggio Giuseppe Scopelliti e del primo cittadino di Roma Gianni Alemanno. All’incontro, nell’affollata sala, hanno partecipato rappresenanti di associazioni di calabresi a Roma, vari ambasciatori ed il cantante Antonello Venditti. Nella dichiarazione d’intenti  le città di Roma e Reggio Calabria “riconoscono reciprocamente  il valore storico e culturale di cui sono portatrici e colgono, oggi, l’opportunità di avviare un Patto di gemellaggio al fine di sviluppare un processo di conoscenza e rispetto delle identità locali, delle tradizioni specifiche e dell’immenso patrimonio di arte e cultura posseduto”. Le due polis, “nella convinzione che i capolavori d’arte sono patrimonio dei cittadini ma sono anche  destinati  alla crescita culturale di tutta l’umanità,– si legge ancora –si trovano concordi  nell’affermare che le iniziative  di valorizzazione di tali opere d’arte debbano essere intraprese soprattutto per migliorare la conoscenza e la promozione  delle reciproche realtà culturali e,pertanto, si impegnano a firmare un’intesa chiave  ravvivando un rapporto storico e artistico, testimonianza di un continuum identitario”. Per effetto di tale gemellaggio,oltre alla tela di Mattia Preti la Pinacoteca reggina, da  novembre e fino al 21 marzo 2010, ospiterà l’Erma di Pitagora e quella di Omero. Nei Musei Capitolini, invece, dal mese prossimo e fino a febbraio del prossimo anno, giungeranno da Reggio due opere di Vincenzo Cannizzaro ( “Caduta di Simon mago” e “Martirio di San Lorenzo) e il “Cristo e l’adultera” di Luca Giordano.
Nel Patto di gemellaggio artistico culturale  i due enti “prendono inoltre atto che una politica culturale efficace deve contemplare  la valorizzazione di opere d’arte particolarmente significative anche in esposizioni temporanee fuori sede e si impegnano a tenere in particolare considerazione l’opportunità di attivare sinergie culturali e scambi specifici fra le due città, fatte salve le garanzie di tutele delle opere stesse. Entrambe lavoreranno alla realizzazione di progetti, ricercando non solo intese reciproche, ma ponendo anche attenzione alle esigenze dei propri cittadini, ai quali sarà offerta l’opportunità di conoscere la natura delle iniziative e di condividerle”.
Nel corso del suo intervento, improntato sugli effetti  che la cultura produce sullo sviluppo delle aree del Mezzogiorno, il Sindaco di Reggio Calabria ha ricordato la recente esperienza con il comune di Mantova e sottolineato come l’amministrazione da lui guidata ha raggiunto importanti obiettivi tesi a valorizzare il patrimonio artistico e culturale della città. Tra tutte  sono stati citati Villa  Genovese Zerbi e la Pinacoteca Civica. “Nella cultura – ha sottolineato Scopelliti, ricevendo il consenso della platea – non sempre sono gli uomini a doversi spostare, perché lo scambio di opere d’arte può servire  a veicolare l’immagine della nostra terra”. Giuseppe Scopelliti ha poi ricordato, sia pure brevemente, i legami  antichi e contemporanei tra Roma, Reggio e la Calabria.
Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, giudicando positivamente l’iniziativa e rifacendosi alla tradizione magno – greca  ha parlato di messaggio sublimare delle opere d’arte, soprattutto di  quelle che provengono  da territorio che geograficamente ci appartengono. Per l’on Alemanno, l’arte e la cultura possono diventare occasione di riscatto socio –culturale,  di sviluppo turistico che non  può rimanere un fenomeno da mordi e fuggi.

Image Hosted by ImageShack.us

Se il Sindaco di Catanzaro ed i suoi collaboratori avessero dato un’occhiata a Facebook un pò più approfondita, probabilmente non avrebbero scritto quella sorta di comunicato in cui si chiede la chiusura del gruppo “Per Reggio Calabria capoluogo”. Il  movimento nato a Reggio con oltre 4800 iscritti, a mio giudizio, non vuole ne può modificare quanto deciso nel 1970 ed è sorto per amore verso la propria città facendo proprio quello slogan che, durante la rivolta, veniva urlato per difendere Reggio da soprusi e decisioni forzate. Se da un lato Rosario Olivo, sindaco di Catanzaro, chiede la chiusura del gruppo, anche per tutelare e rafforzare il proprio territorio, dall’altro, secondo me, fa una vera e propria gaffe. Ecco spiegato il perché. Su Facebook, per rimanere sul territorio calabrese, esiste un gruppo, denominato “Cosenza capoluogo di Regione”, con 212 iscritti. Nella vicina Sicilia ben 3 i gruppi che chiedono Catania capoluogo di Regione, con un totale di circa 1300 iscritti. In Basilicata sono quasi 4000 i materani che vorrebbero spodestare Potenza. Il gruppo Matera capoluogo di Regione è infatti formato, ad oggi, da 3957 membri. Andando un po più su, in Abruzzo, anche lì nel 1970 ci furono diversità di vedute sull’assegnazione del capoluogo di Regione, sono 2 i gruppi di pescaresi, rispettivamente di 70 e 2481 membri di “Pescara capoluogo di Regione”. A quanto mi risulta, i sindaci di Palermo, Potenza e L’Aquila non hanno chiesto la chiusura dei vari gruppi. Evidentemente solo Olivo ritiene offensivo un gruppo che, nei fatti, ha solo la pretesa di stimolare l’amore di reggini, anche lontani, verso la propria città.

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 25 ottobre, 2009

Reggina, ecco Iaconi

Image Hosted by ImageShack.us

Ivo Iaconi, 53 anni, teramano, è il nuovo allenatore della Reggina presentato questa mattina nel corso di un’ affollata conferenza stampa al centro sportivo Sant’Agata. “Non ho un grande curriculum alle spalle” ha detto il neo tecnico amaranto, “ma credo, senza presunzione, di non essere secondo a nessuno”. Tanta gavetta in C e nei campionati minori, Iaconi è reduce dalla non positiva esperienza di Cremona in prima divisione, esonerato nel girone d’andata. L’anno precedente ad Ascoli in B ottenne un buon ottavo posto sfiorando i play off. A Frosinone i due campionati precedenti, con la storica promozione in B dei gialloblù ed una salvezza l’anno successivo. “Non voglio sentire parlare di promozione, adesso dobbiamo fare un passo alla volta e tirarci da questa brutta posizione di classifica”. Sulla Reggina, ha sottolineato, di aver visto una squadra lenta, non dando però colpe nè al tecnico nè al preparatore atletico precedente. “Credo ci siano evidenti problemi di natura psicologica. La Reggina deve tornare ad essere quella squadra conosciuta in tutta Italia, fatta di lotta sino all’ultimo istante, umiltà, grinta e sudore, caratteristiche che hanno fatto in passato la fortuna degli amaranto. Con Gianni Rosati (il nuovo D.S. dopo l’allontanamento di Gabriele Martino) ci confronteremo e daremo il massimo per la Reggina”. Con Ivo Iaconi arrivano il secondo Umberto Marino ed il preparatore Marco Marcattini. Un particolare curioso. Ad una nostra domanda su quale partita contro gli amaranto da giocatore ricordasse maggiormente ha detto, con il sorriso sulle labbra, “a dire il vero c’è una gara, ma preferisco non citare quell’episodio”.

Curriculum di Iaconi

Da giocatore
Giulianova
Fermana
Carpi
Francavilla
Giulianova

Da allenatore
1992-1994 Sambenedettese
1994-1996 Taranto (1 promozione in C2)
1996-1997 Trapani
1997-2000 Fermana (1 promozione in B)
2000-2001 Catania
2001-2004 Pescara (1 promozione in B)
2004-2005 Pisa
2005-2007 Frosinone (1 promozione in B)
2007-2008 Ascoli
2008 Cremonese

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 10 ottobre, 2009

Reggio piange i fratelli messinesi

Reggio piange i suoi fratelli“. Con questo striscione, con il gonfalone del Comune, con la presenza del primo cittadino e di tanti reggini, Reggio Calabria ha così inteso stringersi a Messina nel giorno dei funerali di Stato per le vittime dell’alluvione.

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 6 ottobre, 2009

Venditti double face

Era il 19 agosto 2007. Sul lungomare Falcomatà si esibì in concerto Antonello Venditti. Almeno 60 mila i presenti. Capita spesso che durante le esibizioni i cantanti si abbandonino alle solite frasi per ingraziarsi il pubblico. “Che città stupenda“, “Sono felice di essere qui“, fanno parte del classico frasario. Anche Venditti non fece eccezione quando esclamò, come potete sentire nel video qui in basso che registrai durante il concerto: “Per me è un onore essere qui“. Parole di Venditti poi smentite da lui stesso, ad agosto 2008, nel corso di un concerto a Marsala in cui, esclamò, tra le varie perle di saggezza contro la Calabria ed i calabresi: “Dio perchè hai fatto la Calabria, in Calabria non c’è niente di niente“. Il video in questione sta già facendo il giro della rete, lanciato da Strill.it e ripreso oggi da Reggio Tv. Qui di seguito vedrete i due video con Venditti double face a secondo del luogo in cui si trova.
Il rimedio? Facile, non acquistare più canzoni del cantautore romano.

L’uscita fuori luogo di Venditti ha avuto eco soprattutto sulla rete. Numerosi sono stati i gruppi su Facebook ed altrettanti gli iscritti. Il Presidente del Consiglio regionale della Calabria Giuseppe Bova, il primo esponente delle istituzioni ad uscire pubblicamente sulla vicenda, ha riservato al cantautore romano, queste poche ma significative parole: “Ad Antonello Venditti la Calabria ed i calabresi proprio non piacciono. Poveretto, da quando canta meno gli capita di sbagliare tono e note. Evitiamogli di peggiorare, lasciamolo a riposo. E’ già grave che un cantante stecchi una nota, diventa imperdonabile se stona tutta una canzone”. A seguire anche il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti è intervenuto, queste le sue parole: “Come calabresi  siamo indignati e offesi dalle dichiarazioni di Antonello Venditti. Quanto da lui affermato è inequivocabile perché comprovato dalle immagini che ormai spopolano su Internet. Ciò che mi domando è come sia possibile esprimere giudizi gratuiti con questa nonchalance. Anche perché Venditti  spesso è venuto nella nostra regione riscuotendo consenso, successo, applausi e fiumi di danaro. Ritengo che, nel tentativo assai infelice di fare una battuta sulla “rivalità” tra Calabria e Sicilia, il cantautore romano non si sia reso conto di aver detto un cumulo di sciocchezze. Attendiamo le sue scuse. Può farcele anche prima che venga realizzato il Ponte, sebbene lo si possa rassicurare su due circostanze: non solo sul collegamento stabile tra le due sponde dello Stretto  che si farà e presto, ma anche sul fatto che la Calabria esiste già. Forse ciò che non esiste è la supposta egemonia culturale di certi artisti che si autodefiniscono nazional – popolari  e che, invece, sputano sentenze dai loro lussuosi salotti romani. Questa non è ‘una questione politica’, nonostante l’imbarazzante silenzio  sulla vicenda del Governatore Loiero. E’, molto più semplicemente, una questione di rispetto della dignità del popolo di questa regione che, evidentemente, a Palazzo Alemanni interessa poco. D’altra parte, tutto questo non mi sorprende affatto  perché non c’era da aspettarsi un comportamento diverso da chi  già in passato ha dimostrato con i fatti di non avere a cuore l’orgoglio e la fierezza dei calabresi. Quanto a Venditti, cogliamo l’occasione per invitarlo a studiare non solo la geografia, ma anche un po’ di storia per scoprire che questa regione ha dato tanto al Paese in termini  umani, culturali e professionali. La Calabria, infatti,  ha dato i natali a filosofi antichi e moderni, storici, eroi del Risorgimento, leader politici e campioni del mondo”. 

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 21 settembre, 2009

Reggina, a Frosinone per cancellare il passato

Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us

Serie C1, anno 1987/88. La Reggina di Nevio Scala si trova in testa alla classifica di quel campionato che consentirà agli amaranto di tornare in B dopo 14 anni. Ad oggi è la squadra gialloblù a comandare e la Reggina, data come assoluta protagonista, che annaspa al centro della classifica. La trasferta di Frosinone, anche allora ammazza grandi, era a rischio per via del gemellaggio della Reggina con il Latina, acerrimo nemico dei ciociari. Da Reggio partì un pullman. Domenica mattina ci furono incidenti al centro di Frosinone. I tifosi reggini entrarono all’interno dello stadio e furono accolti da una sassaiola (ricambiata) che costò la perdita di un occhio al diciassettenne Antonio Capobianco. Il bilancio di quella trasferta fu di quattro arresti, tra cui un reggino,  e cinque feriti. I sostenitori amaranto furono costretti a tornare a casa prima dell’incontro e non vedere la sconfitta per 2 a 1. Alcuni però riuscirono ad entrare in tribuna. Da parte frusinate si rimproverò un atteggiamento troppo spavaldo e violenza gratuita degli ultras amaranto, da parte reggina provocazioni ed ostilità pesante dei tifosi ciociari per via del gemellaggio con il Latina. Il pullman rientrò a Reggio intorno alle 2 ed assieme ad alcuni amici lo aspettammo a piazza de Nava per farci raccontare la versione dei fatti da parte dei protagonisti. Ancora conservo il Corriere dello Sport di lunedì 19 ottobre che, come vedete, diede ampio risalto anche alla parte extracalcisitica.

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 9 settembre, 2009

Solidarietà agli amici del Magna Grecia Wind Club

Due righe per esprimere solidarietà agli amici del Magna Grecia Wind Club per la distruzione della loro struttura a Punta Pellaro. Già lo scorso mese di giugno gli era stato incendiato il furgone che utilizzavano per gli spostamenti.


Festeggiamenti in onore della Madonna della Consolazione 2009 – Patrona della Città

Festeggiamenti Religiosi – Celebrazioni Mariane
VENERDI’ 11 SETTEMBRE
Ore 21:00: BASILICA DELL’EREMO
Pellegrinaggio cittadino – Celebrazione vigiliare presieduta da S.E. Mons. Vittorio Mondello, Arcivescovo Metropolita.
Ore 23:00: BASILICA DELL’EREMO
Celebrazione Eucaristica
SABATO 12 SETTEMBRE
BASILICA DELL’EREMO
Ore 00:00: Celebrazione Eucaristica
Ore 01:00: Veglia di preghiera notturna
Ore 03:30 –  04:30 – 05:30:Celebrazione Eucaristica
Ore 06:30: Celebrazione Eucaristica: presiede S. E. Mons. Salvatore Nunnari, Arcivescovo Metropolita di Cosenza – Bisignano
Ore 08:00: L’Effigie di Santa Maria Madre della Consolazione viene trasferita in Città.
Ore 09:30: Via Cardinale Portanova: Accoglienza della Venerata Effigie e processione verso la Basilica Cattedrale.
BASILICA CATTEDRALE
Ore 17:00: Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Antonino Iachino – Vicario Generale della Diocesi
Ore 19:00: Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Salvatore Nunnari – Arcivescovo di Cosenza-Bisignano – Anima i canti il Coro Madonna della Consolazione.
DOMENICA 13 SETTEMBRE
BASILICA CATTEDRALE
Ore 07:30: Celebrazione Eucaristica
Ore 09:00: Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Giuseppe Agostino, Arcivescovo Emerito di Cosenza-Bisignano – Anima i canti il Coro Millenote.
Ore 11:00: Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Vittorio Mondello, Arcivescovo Metropolita –  Anima i canti il Coro S. Paolo.
Ore 17:00: Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Santo Marcianò Arcivescovo di Rossano-Cariati – Anima i canti il Coro Cantate Domino.
Ore 19:00: Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Luigi Renzo Vescovo di Mileto – Anima i canti il Coro Laudamus.
LUNEDI’ 14 SETTEMBRE
BASILICA CATTEDRALE
Ore 07:30 – 08:30 – 11:30:  Celebrazione Eucaristiche
Ore 9:30: Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Giuseppe Caruso, Decano del Capitolo Metropolitano
Ore 10,30: Celebrazione Eucaristica presieduta dal Can. D.Demetrio Sarica, Vicario Episcopale e Rettore del Seminario Arcivescovile di Reggio Calabria . Anima i canti il Coro del Seminario Pio XI
Ore 18,00:Vespri Mariani: presiede S. E. Mons. Vittorio Mondello Arcivescovo Metropolita – Animano la celebrazione i Cori Polifonici che partecipano alla XIV Rassegna Internazionale di canti mariani.

MARTEDI’ 15 SETTEMBRE
– Solennità di Maria SS. Madre della Consolazione, Patrona della Città di Reggio Calabria –
BASILICA CATTEDRALE
Ore 07:00 – 08:00:Celebrazioni Eucaristiche
Ore 10:00: Concelebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Vittorio Mondello, Arcivescovo Metropolita – Offerta del Cero votivo da parte della Civica Amministrazione – Anima i canti il Coro S. Paolo.
Ore 18:00: PROCESSIONE DELLA VENERATA EFFIGIE DI MARIA SS. MADRE DELLA CONSOLAZIONE
Itinerario:
P.zza Duomo- C.so Garibaldi- Via Osanna – Via Miraglia – Via P. Foti – C.so Garibaldi – Via Aspromonte – Via N. Bixio – C.so Garibaldi – P.zza Duomo

Festeggiamenti Civili
1/20 SETTEMBRE
Eremo- Istituto Madonna di Fatima – Mostra fotografica e oggetti religiosi
3/12 SETTEMBRE
Biblioteca De Nava – Mostra  Sacra di Icone, Sculture, Pitture e Vetro
5 SETTEMBRE
Stadio di Bocale  ore 19,00 – Quadrangolare di calcio in favore dell’hospice
5/6 SETTEMBRE
Circolo di Società – V° Trofeo Internazionale Magna Grecia di Bridge
6 SETTEMBRE
Lungomare – V° Trofeo dello stretto di pesca
9 SETTEMBRE
Chiostro S. Giorgio al Corso–ore 21,00– Le più belle musiche dedicate alla Madonna
11/12 SETTEMBRE
Reggio Calabria/Genova un ponte sul Mediterraneo
11/15 SETTEMBRE
Tempietto – Luna Park
Pentimele – Bancarelle
12/13 SETTEMBRE
Palabotteghelle – Campionato italiano di tennistavolo
17 SETTEMBRE  2 OTTOBRE  
Castello Aragonese – Personale di pittura di Angelo Accardi
VENERDI 11 SETTEMBRE
ORE 19,00 – Piazza della Consegna – scopertura targa al poeta Ciccio Errigo
ORE 19,00 – Basilica Eremo – Coro Madonna della Consolazione      
ORE 21,00  – Eremo – Raduno di zampogne e strumenti tradizionali     
ORE 21,00 – Piazza Camagna – Baby defilee    
ORE 21,00 – Piazza Castello – Quintessenza in: Vedovo arzillo cerca compagna
ORE 21,00 – Parcheggio stazione lido –  Concerto banda Gaudiosi di Maria
SABATO 12 SETTEMBRE
ORE 15,00 – Campo CONI-Grand Prix Città di Reggio Calabria di atletica leggera
ORE 17,30 – Corso Garibaldi – sfilata Banda gaudiosi di Maria
ORE 19,00 – Chiesa S. Giorgio al Corso  – Baroque Ensamble     
ORE 21,00 – Piazza Camagna – Galà artisti reggini-Ospite Edoardo Guarnera         
ORE 21,00 – Parcheggio stazione lido – IX° Festival dello stretto    
ORE 21,00 – Piazza Castello – Penultima sagra dei cantastorie    
DOMENICA 13 SETTEMBRE
ORE 09,00 – Piazza Camagna – Giornata del portatore
ORE 16,00 – Pentimele – Trofeo di Modellismo     
ORE 17,00 – Corso Garibaldi – sfilata folklorica      
ORE 19,30 – Chiesa S. Maria Cattolica dei Greci –  Coro Cantate Domino   
ORE 21,00 – Piazza Castello – Natino Rappocciolo: omaggio a Mino Reitano
ORE 21,00 – Piazza Camagna – Teatro Grangia
ORE 21.00 – Parcheggio stazione lido –  i Kalavria e Rosa Miranda    
LUNEDI 14 SETTEMBRE
ORE 19,00 – Duomo – XIV Rassegna internazionale di canti mariani   
ORE 21,00 – Piazza Camagna – XXIV Festival della canzone calabrese   
ORE 21,00 – Piazza Castello – Teatro dei semplici in: La Fortuna con la F maiuscola
ORE 21,00 – Parcheggio stazione lido – Enzo Laface  e Reggio gira
ORE 22,30 – Piazza Soccorso – VI° Festival di canto popolare
MARTEDI 15 SETTEMBRE
ORE 17,00–Ciccarello–III°Trofeo Madonna della Consolazione calcio/5 femminile
ORE 21,00 – Parcheggio stazione lido – Nek in concerto
ORE 21,00 – Piazza Camagna – Reghium Julii – Il Grifo –
ORE 22,30 – Piazza Camagna – Serata grecanica con  A. Nucera  e i Cumelca
ORE 21,00 – Piazza Castello – Rassegna Internazionale Folklorica     
ORE 24,00 – Lungomare – Spettacolo pirotecnico

E’ calato il sipario sulla seconda edizione de “I tesori del Mediterraneo”, la kermesse culturale che si è svolta da 26 al 30 agosto sul Lungomare Falcomatà. Cinque giorni intensi in cui gli obiettivi dell’associazione Nuovi Orizzonti, organizzatrice dei vari eventi, sono stati raggiunti. A cominciare dalla raccolta fondi per le popolazioni terremotate dell’Aquila. Un assegno di 1.500 euro è stato consegnato dall’organizzatore Paolo Catalano all’assessore aquilano Antonio Lattanzi. Uno spettacolo nello spettacolo è stato il galà conclusivo. Condotto da Loredana Pompadour e Andrea Casta, nel corso della serata si sono alternate esibizioni di grandi artisti e premiazioni. A vincere la regata del Mediterraneo è stata la barca della Regione Calabria, seguita da quella della Presidenza del Consiglio Regionale calabrese, dalla Regione Campania e da quelle di Civitavecchia ed Amalfi. E’ stato poi il turno delle Miss. Vincitrice assoluta Raffaella Saturni dell’Aquila “Venere del Mare” e poi Miss Diana, Mariangela Matani, che rappresentava la provincia di Catanzaro, la reggina Lucrezia Zema Miss Athena, la fascia di Miss Simpatia è andata alla salernitana Francesca Fezza per la Regione Campania e Miss Giunone ad Antonella Renò di Civitavecchia. La serata ha registrato l’esibizione di Silvia Mezzanotte, della giovane e promettente cantate reggina Micaela Foti, del rumorista Caiazza, della scuola di danza Lion Dance e del mago Gabriele Gentile. Anche la seconda edizione de “I tesori del Mediterraneo” prevedeva l’assegnazione di 2 ambiti riconoscimenti. Il premio Afrodite è andato alla giovane e dinamica senatrice siciliana Simona Vicari, il premio Zeus al Presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò. Dalla senatrice Vicari l’auspicio alla “istituzionalizzazione della manifestazione ed il coinvolgimento di altri enti al fine di inserirla in un calendario di iniziative del Ministero delle attività produttive e del Turismo”. Da Praticò una dedica speciale a tutte le società sportive calabresi. Soddisfazione per la 5 giorni reggina è stata espressa dal consorzio CS&O export, area med, presente con 9 stand di aziende della Calabria, Campania e Basilicata, oltre alla Facoltà di Agraria di Reggio, il Conasco e la Comunità montana dello stretto. Scopo del Consorzio è l’internazionalizzazione dei prodotti delle aziende consorziate per creare un marchio di sistema. La presenza del CS&O a Reggio è stata fortemente voluta dalla Regione Basilicata, dalla Presidenza del Consiglio e della Giunta regionale della Campania e dal Sindaco di Trecchina. Particolarmente felici per la riuscita della manifestazione Natalia Spanò e Paolo Catalano, Presidente ed organizzatore dell’associazione Nuovi Orizzonti. “E’ il momento dei ringraziamenti a tutti gli enti e le aziende private che hanno creduto, anche quest’anno nel nostro progetto, dopo il grande successo dell’edizione 2008. In particolare vorrei citare il Sindaco di Reggio Scopelliti e gli assessori Sidari, Freno ed Imbalzano, il Presidente della Provincia di Reggio Morabito con il suo vice Costantino, il Presidente del consiglio regionale Bova, l’assessore regionale al turismo Guagliardi ed i consiglieri regionali De Gaetano e Nicolò, lo staff e tutti i nostri collaboratori. Nel corso delle dirette televisive su Play tv, canale del bouquet Sky, abbiamo avuto circa 30 ospiti e con loro abbiamo approfondito, davanti ad una platea europea, argomenti importanti quali turismo e sviluppo del territorio del Mediterraneo. Tutti hanno concordato che questo grande evento, può essere uno strumento efficace nel contribuire ad unire tutte quelle realtà che sono interessate ad inserirsi nel mercato imponente del Mediterraneo. Dobbiamo lavorare per concretizzare quello che è stato l’auspicio comune della nostra associazione e degli enti coinvolti – hanno concluso Catalano e Spanò – perché, per realizzare tutto ciò, è necessario lavorare sin da subito al progetto. Diventa perciò strategico aver in tempi brevi la disponibilità concreta delle istituzioni”.

Cinque giorni intensi che ho condiviso, come addetto stampa della manifestazione, con gli amici – colleghi Federica Morabito e Natalino Licordari e con tutto lo staff della Nuovi Orizzonti. Bilancio molto positivo, anche dal punto di vista giornalistico. Carta stampata, radio, siti internet, Tv locali e tv satellitare (Play Tv) hanno dedicato grande spazio alla manifestazione. Era questo, dal nostro punto di vista, l’obiettivo da raggiungere.

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 31 luglio, 2009

Voli low cost solo a parole

Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us

 Andare con 33 euro a Praga o Vienna in aereo non è male. Almeno secondo quanto promettono alcune compagnie tramite sito web. Una precisazione è necessaria. La Commissione Europea ha diffuso il Decalogo dei passeggeri, “ricordando che per reclami e dubbi ci si può rivolgere alla rete dei centri europei dei consumatori (ECC) o ai punti di contatto EuropeDirect”. Tra i 10 consigli dell’Ue uno fa al caso di questo post, in un periodo in cui, tramite web, si cerca la tariffa conveniente per risparmiare qualche euro. Leggiamo il punto 8 del decalogo. “Trasparenza del sito web in materia di prezzi: il regolamento sui servizi aerei prevede l’obbligo di una piena trasparenza dei prezzi. Ciò significa che quando i consumatori prenotano un volo online, il prezzo finale “completo” deve essere indicato già nella pagina iniziale: si vuole così consentire un confronto fra i prezzi delle varie compagnie aeree e garantire una reale possibilità di scelta. Eventuali supplementi di prezzo opzionali devono essere indicati in modo chiaro e trasparente. Tutti i passeggeri hanno pari diritto di accesso alle tariffe aeree senza discriminazioni basate sulla nazionalità o il luogo di residenza o sul luogo di stabilimento dell’agente del vettore”. Torniamo ai 33 euro. In questi giorni ho visitato qualche sito, rimanendo deluso. Dal sito di Skyeurope si evince che con 33 euro sarebbe possibile andare a Praga o Vienna. E si perché, oltre al “a partire da” si legge un invitante “tutto incluso”. Facendo poi la “prova su strada”, vedete che non corrisponde al vero. Da Catania, ad esempio, in questi giorni, si pagherebbero circa 320 euro. Circa 10 volte di più.

 Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us  Andiamo a Windjet che sul proprio sito dice, nel banner pubblicitario, di “scegliere in libertà e non farsi ingannare dalla pubblicità”. Vedremo. Reclamizza un Catania Milano “a partire” da 29 euro”, sempre “tutto incluso”. Con la prova su strada, in questo periodo, partenza giorno 1 e ritorno l’8 agosto si va dai circa 270 euro ai 420. Si, lo so, è a “partire da” ma la sproporzione mi pare eccessiva.

 Image Hosted by ImageShack.us Image Hosted by ImageShack.us  Con Alitalia nuove perle. “Acquista e vola entro il 31 ottobre” Qui il noto “a partire da” non c’è. Premesso che la promozione non riguarda tutti gli scali, stranamente (sono ironico) Reggio non c’è, ma c’è la vicina Lamezia. Solo che per utilizzare la tariffa reclamizzata bisogna partire e tornare a piacere dell’Alitalia. Nelle specchietto che vedete su 31 giorni di agosto solo 4 date offrono la tariffa invitante a 49 euro.

 Reggio e l’Alitalia

Con il Comune di Reggio Calabria , l’Alitalia ha firmato un accordo interessante che però, almeno per il momento, accontenta solo gli emigrati. O coloro i quali volessero trascorre qualche giorno di vacanza da noi. E’ già qualcosa, ma rispetto alla disponibilità di voli che c’è, per fare un esempio, a Lamezia, Catania e Trapani siamo anni luce indietro soprattutto in termini di costi. Questa è una parte del comunicato stampa. “Con l’accordo, firmato all’inizio del mese in corso a palazzo San Giorgio, Alitalia si è impegnata a praticare, per tutti coloro che intendono raggiungere Reggio Calabria in quanto partecipanti al progetto “Reggio – Passaporto per l’Europa”, avvalendosi della propria flotta, le seguenti tariffe: Ginevra – Reggio e viceversa 118 euro; Monaco di Baviera – Reggio (a.r.) 140 euro; Budapest – Reggio ( sempre andata e ritorno) 175 euro; Varsavia – Reggio, 160 euro e Parigi – Reggio ( a.r.) 143 euro. Da tali tariffe sono escluse le tasse ed i supplementi e sono soggetti alla disponibilità dei posti”.

C’è l’ipotesi, al momento remota, di utilizzare queste tariffe anche per le tratte da Reggio. Vedremo come e se si svilupperà.

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 26 luglio, 2009

Il programma dell’estate reggina 2009

 (foto lungomare dalla terrazza della Prefettura)

Sono numerosi gli appuntamenti che caratterizzano l’estate reggina 2009. Nonostante la congiuntura economica ed una spesa inferiore rispetto allo scorso anno, la qualità degli spettacoli non è certamente venuta meno. In città, al centro ed in periferia, si alternano eventi di respiro nazionale e manifestazioni realizzate da artisti locali. Anche quest’anno è la Biro Comunicazione partner dell’amministrazione comunale per la diffusione del programma attraverso pratici pieghevoli ed utili totem. Qui di seguito il calendario, diviso per zone, contenente i vari spettacoli. Piazza Castello: Sino al 30 luglio si terrà la 2° Edizione di “Cinemadamare, rassegna internazionale itinerante del cinema digitale e di formazione cinematografica; domenica 9 agosto Claudio Insegno e Federico Perrotta in “Risate In Corso”; mercoledì 12 agosto, nell’ambito di  Roccella Jazz, dalle 21,30, la  Jan Garbarek Band featuring Trilok, giovedì 13 agosto la finale regionale del concorso “Bellezze d’Italia, venerdì 14 agosto uno spettacolo del Magna Grecia teatro, domenica 16 “Bravo Grazie Live”, giovedì 20 agosto lo spettacolo di cabaret “Ridi che ti passa, venerdì 21 e lunedì 24 altri spettacoli del Magna Grecia teatro. Giovedì 27 agosto si terrà la finalissima di “Miss & Mister Amaranto 2009” mentre da venerdì 28 a domenica 30 “Rosso Festival” a cura dell’Accademia del Peperoncino. Il  2 settembre, L’Associazione Culturale “Magarie Teatro”  presenta “L’Amore che Bruciò Troia”. A Catona Teatro la nuova edizione del noto festival si concluderà il 30 agosto. All’Arena Ciccio Franco musica ed intrattenimento con RTL e la presenza domenica 26 luglio di Neffa, martedì 28 Paolo Meneguzzi, il 30 Ayane Malika e Pacifico, martedì 4 agosto Dolcenera,  sabato 8 Nek, l’11 Paola Turci,  mercoledì 12 i Pooh e venerdì 14 i Negrita. Domenica 16 agosto i Modà, lunedì 17 Giusy Ferreri, giorno 20 Alessandra Amoroso  e domenica 23 Lost e Cesare Cremonini. Conclusa RTL, sempre all’arena Ciccio Franco dal 26 agosto a domenica 30 e nell’area area antistante la stazione Lido la seconda edizione de “I Tesori del Mediterraneo”; da martedì 1 a sabato 5 settembre – La Giornata dei Disabili domenica 6 il Festival della Moda 2009 curato dall’associazione regionale sarti e stilisti calabresi. A Piazza Sant’Agostino, lunedì 17 agosto la rappresentazione teatrale “La Violenza – messinscena dai giovani artisti dell’associazione culturale Carro dei Tespi, dal 18 a sabato 22 agosto ed il 24 e 25 la   rassegna teatrale a cura di Blu Sky Cabaret.   Domenica 30 agosto l’associazione “Stella dello Stretto” presenta la finale regionale della 22° Edizione di “Una Ragazza per il Cinema”. Questi invece gli appuntamenti sul Lungomare Falcomatà: Dal 4 al 10 agosto The Crossing Race 2° Edition “Un Ponte di Vele” , regata internazionale, traversata dello stretto di Messina per windsurf e kitesurf. Giovedì 13 agosto presso l’area parcheggio della stazione lido una tappa regionale del Tour Italia 2009 di New Model Today, selezione internazionale di Top Model. Venerdì 21 agosto la finale regionale della 56° edizione del Concorso Nazionale di bellezza “Miss Muretto. Sabato 22 agosto, presso il piazzale della stazione Lido si terrà la manifestazione sportiva “Reggio Calabria Schwinn Event” organizzata dall’associazione “Il Corpo”. Da sab 28 al 30 agosto, nel piazzale  della stazione lido sarà presente il Villaggio Nintendo Wii Tour 2009 . Sul Corso Garibaldi, sino al 31 agosto sarà presente la Mostra National Geographic “I quattro elementi “AriaAcquaFuocoTerra”. A Piazza Duomo domenica 9 e lunedì 10 agosto si terrà la Manifestazione Legalitàlia in memoria del Giudice Antonino Scopelliti18° Anniversario –. A questi, si aggiungono, come detto, una serie di manifestazioni e spettacoli che si terranno nel territorio delle altre circoscrizioni.

(programma aggiornato a sabato 1.8.2009)

Per il terzo anno consecutivo RTL 102.5 si trasferisce in Calabria. Dal 20 luglio fino al 23 agosto la radio trasmetterà da Reggio Calabria i suoi programmi in diretta nazionale e in radiovisione sul canale 750 di Sky. Dalle 9.00 alle 21.00, e nelle due settimane centrali di agosto fino alle 3.00 del mattino, tutte le trasmissioni saranno in onda dal lungomare della città Metropolitana di Reggio Calabria, dalla spettacolare arena Ciccio Franco la cui scenografia è rappresentata dallo Stretto di Messina. RTL 102.5 avrà un grande palco sul lungomare, dotato di megaschermi, sui quali si alterneranno dal lunedì alla domenica, tutti i conduttori. Ogni sera dalle 21.00 animazione e gli artisti più in voga del momento che si esibiranno in diretta nazionale dalla metropoli dell’amore.

Ecco il calendario degli ospiti di luglio e agosto:
20 luglio: Marco Carta, e dalle 20.00 in collaborazione con Cornetto Algida, Francesco Facchinetti con Noemi e i Lost
23 luglio: Noemi
26 luglio: Neffa

28 luglio: Paolo Meneguzzi
30 luglio: Malika Ayane e Pacifico
4 agosto: Dolcenera
8 agosto: Nek
11 agosto: Paola Turci
12 agosto: Pooh
14 agosto: Negrita
16 agosto: Modà
17 agosto: Giusy Ferreri
20 agosto: Alessandra Amoroso
23 agosto: Cesare Cremonini
, e dalle 20.30 in collaborazione con Cornetto Algida, Francesco Facchinetti e i Lost

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 18 luglio, 2009

Reggio ed il mare sotto casa

(foto che il Corriere mette a corredo del pezzo. Foto Terra Project)

Per noi reggini è un grande vantaggio, soprattutto per coloro i quali, me compreso, hanno tra le alternative estive della pausa pranzo, quella di andare al mare. Anche due orette scarse possono servire a distrarsi, a patto di tenere il cellulare rigorosamente SPENTO. Di Reggio Calabria e di questa caratteristica, comune anche ad altre città, ne parla il settimanale Io Donna ed il Corriere della Sera, sul proprio sito, riprende l’articolo. Il titolo è tanto accattivante quanto veritiero: “Un tuffo in città”.
Io donna ha visitato gli arenili metropolitani. E stilato la classifica dei 10 al top. Reggio Calabria, Cagliari, Napoli: per molti fortunati il mare è già sotto casa. Ecco il pezzo su Corriere.it:
Cosa accomuna livornesi, triestini e napoletani? Quel vago non so che, quell’aria sana che hanno i fortunati abitanti delle città marinare invidiati dai cugini dell’entroterra costretti a salire in macchina per fare un tuffo a mare. Da Nord a Sud senza trascurare il Centro abbiamo selezionato i lidi urbani più interessanti per veduta, architettura, opere di riqualificazione e progetti in cantiere stilando una classica delle dieci città top. Fuori concorso Venezia di cui Io Donna ha già scritto e che è stata nominata tra le dieci spiagge più belle al mondo.

Livorno, la più bella terrazza a mare. Prima classificata Livorno. Perché vanta la più bella terrazza a mare d’Italia con un prezioso pavimento a scacchiera. Perché ha in cantiere un grande progetto, “Porta a mare”, che muoverà 250 milioni di euro e doterà la città di un porto turistico da 700 posti barca. Perché il lungomare, pulito e rimesso a nuovo, è ciclabile per oltre 5 chilometri. Livorno celebra 400 anni di storia – nel 1606 il granduca Ferdinando I de Medici le conferisce il titolo di “città” – ma non li dimostra. Dalla Rotonda si passa davanti allo storico Hotel Palazzo, appena riaperto, dove Marconi compì alcuni esperimenti e alle tante ville liberty fino alla Barriera Margherita o alla scogliera immortalata da Dino Risi nel celebre Sorpasso. Livorno ancor oggi è palcoscenico ideale: Paolo Virzì, uno dei suoi figli prediletti, sta ultimando La prima cosa bella grande commedia corale. E per agosto si prepara Effetto Venezia, kermesse che anima l’antico quartiere di La Venezia. Una festa verace tra animazione di strada, artigiani, concerti. Nella città dove “non piove mai” anche stabilimenti e locali meritano una visita. In primis i Bagni Pancaldi e la Baracchina rossa. D’obbligo assaggiare 5 & 5, antico nome della torta di ceci (che viene da cinque centesimi di pane e cinque di torta di ceci) da accompagnare rigorosamente alla spuma bianca.

Trieste salotto d’arte e di cultura. Al secondo posto Trieste che dopo anni di crisi e torpore sta vivendo una felice rinascita. Tutta legata – e come poteva essere altrimenti? – al mare. E ricomincia da un milione. È il numero dei visitatori previsti per il nuovo acquario che dovrebbe essere realizzato nel giro di un paio d’anni. Il progetto è ambizioso: un Parco del mare che comporterà anche la ristrutturazione di alcune aree portuali e la costruzione di strutture sull’acqua e sul lungomare. Ma Trieste sta anche tornando a essere salotto d’arte e cultura: piazza Unità tirata a lucido, le Rive completamente risistemate, un Grand Hotel cinque stelle, il Savoia Excelsior con vista sul golfo – già nel 1912 considerato l’albergo più lussuoso dell’Austria Ungheria – che ha riaperto in occasione del G8 dei ministri degli esteri a giugno scorso. E, ancora, è stata rinnovata la Lanterna, stabilimento riservato esclusivamente alle signore. Dove ben 18 mila “mule”, le fascinose triestine, scelgono di prendere il sole lontane da sguardi indiscreti. Così Trieste bella addormentata “ai confini dell’Impero” torna ad essere cuore pulsante della nuova Europa? «Non si può dimenticare l’importanza che il nostro porto ha avuto nella storia» spiega Michela Cattaruzza, presidente dei giovani industriali e tra i fondatori del Comitato pro Parco del mare. «Oggi però la città è a un bivio. Se gioca bene le sue carte può tornare a rivestire un ruolo decisivo a livello italiano e internazionale. Il Parco del mare è un punto di partenza. Vogliamo recuperare il legame tra mare e città, fondendo il confine tra acqua e terraferma, inserendo nuovo tessuto urbano tra quelle che sono le più belle rive dell’Adriatico».
Napoli e la joie de vivre. Alla città campana, terza classificata, va innanzitutto la palma della simpatia. Per l’irreverente capacità di organizzare il beach party più cool d’inizio estate, “No papy no party”, ben mille t-shirt distribuite sulla spiaggia di Bagnoli ad altrettanti studenti napoletani. Verve partenopea a parte, dopo il capitolo spazzatura ormai archiviato, Napoli continua a celebrare se stessa e la sua joie de vivre. Senza preoccuparsi troppo di cambiare. Straordinaria la prospettiva da Castel dell’Ovo lungo tutta via Caracciolo fino all’elegante Posillipo che ben giustifica tre milioni di turisti l’anno. Mentre “La città del gusto” del Gambero rosso sta diventando uno dei punti di riferimento trendy dell’estate e festeggia i 120 anni della pizza Margherita. Di giorno tutti all’Arenile, completamente rimesso a nuovo. Mentre la Napoli bene si ritrova sotto gli ombrelloni del Bagno Elena di Posillipo. L’ultimissima novità è il “metrò” del mare in versione by night per collegare Sorrento dal molo Beverello anche la notte. Con gran beneficio per traffico e inquinamento.
Cagliari color dei Caraibi. Meriterebbe il podio ma non è stato espiato del tutto il peccato della sabbia scura che ha contaminato il bianco abbagliante del Poetto, un paradiso lungo 8 chilometri. Per il prossimo intervento antierosione il Comune sta ipotizzando gettate di sabbia di cava, colore caraibi. Intanto i famosi chioschetti dei ricciai sono stati rimessi a nuovo e i lavori in porto ultimati: da quest’anno possono attraccare anche fiabesche navi da crociera.
Genova dal fascino d’antan. La rifondazione del Lido di Genova (che con le sue 3 piscine è lo stabilimento più grande d’Europa) comincia sostituendo il cemento con legno e fibre vegetali. Dopo lo stop a nuove villette sul mare, i club di Corso Italia, dai Tre Pini alla esclusiva Motonautica, fanno il pienone di iscritti. Accanto ai Bagni Doria, frequentati dai D’Andrè, spopola il nuovo Centro Surf. Come gli storici Bagni di Santa Chiara a Boccadasse, terrazza con una vista mozzafiato che premia la fatica dei 160 gradini.
Reggio Calabria e il waterfront di Zaha Hadid. Da elogiare per il suo lungomare di palmizi e ficus secolari che i poeti del Novecento hanno celebrato come il chilometro più bello d’Italia, tornato a splendere dopo decenni di incuria. Per il Lido Zerbi, il più antico del Meridione. Perché il Comune ha deciso di affidare all’architetto iraniana, Zaha Hadid la progettazione del “Waterfront” (100 milioni di euro, 3 anni di lavori) con “museo del mare” e sezione dedicata a Gianni Versace in una avveniristica stella marina sospesa sull’acqua.
Palermo la resistenza dei “cortili”. Settima Palermo la cui storia balneare è degna del Gattopardo con i due circoli più noti: quello altoborghese dei Canottieri e quello aristocratico della Vela. Al Mondello stanno eliminando le cabine ma la novità incontra la resistenza di chi non vuole rinunciare ai “cortili”, simbolo della Sicilia marinara: corridoi spaziosi 10 metri, luogo ideale per le tradizionali partite a canasta dopo un inappuntabile pranzo al Charleston, ristorante liberty su palafitta.
Ancona, al mare in ascensore. La spiaggia cittadina si raggiunge in ascensore o discendendo la maestosa scalinata che porta ai caratteristici scali e alle grotte nella roccia. Ben 900 tonnellate di scogli sono servite per la rifioritura del molo, lo splendido belvedere che dal Passetto precipita a mare. Incantevole il panorama dal parco del Cardeto, rimesso a nuovo, dal quale si mira il Conero e il vecchio faro.
Bari scopre la spiaggia libera. La svolta è arrivata dopo l’abbattimento della saracinesca di Punta Perotti. Al suo posto la prima spiaggia libera, “Pane e Pomodoro”: popolare ma decisamente simbolica. Se ne ammirano colori e folklore dagli spalti del Castello Svevo, dove si passeggia in bicicletta grazie agli incentivi pubblici.
Catania night & day. Dulcis in fundo Catania, dove l’area sud è stata risistemata ma la pista ciclabile del Lungomare è ancora poco praticabile. Di giorno tra sabbia e scogli, la sera al Lido le Piramidi per il tradizionale “Rusti e braci”, barbeque in riva al mare. In alternativa c’è Ernesto, famoso per il gelato al pistacchio.
Anna Maria Catano
Monica Vignale

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 17 luglio, 2009

Ecco turismo.reggiocal.it, il portale del turismo di Reggio Calabria

Image Hosted by ImageShack.us

Nasce Turismo.Reggiocal.it, il portale del turismo della città di Reggio Calabria (http://turismo.reggiocal.it). È online il nuovo portale Turismo.Reggiocal.it, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale nell’ottica del rilancio turistico della città. E’ uno strumento tecnologicamente innovativo, ricco di informazioni e contenuti, destinato a mobilitare flussi di visitatori, italiani e stranieri. Look accattivante, tecnologie innovative, informazioni complete ed utility sono i punti cardine di Turismo.reggiocal.it, il nuovo portale turistico della città di Reggio Calabria, in rete dal 16 luglio 2009. Turismo.reggiocal.it è uno strumento di servizio completo – gestito dalla redazione dell’Ufficio “Rete Civica” – Comune di Reggio Calabria e destinato a soddisfare le esigenze di informazione di cittadini e turisti, italiani e stranieri, grazie alla navigazione in cinque lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco). Strutturato per aree tematiche accessibili direttamente dal menu principale in homepage, il portale è caratterizzato da una navigazione semplice ed intuitiva, agevolata dalla sezione Accesso Rapido che consente di scorrere da un argomento all’altro, rendendo più immediata la ricerca ed evitando i passaggi intermedi, oltre alla piattaforma CMS (Content Management System) che permette un costante aggiornamento dei contenuti. La presenza di numerose banche dati e di funzionali motori di ricerca offre ai turisti, sia leisure che business, il quadro completo delle strutture ricettive e dei soggetti attivi nel mercato turistico locale, oltre alle informazioni dettagliate sugli “Appuntamenti in Città”, visualizzabili attraverso calendari e mappe satellitari, grazie ad un innovativo software che associa gli eventi allo specifico contesto territoriale, georereferenziandoli. Quante volte ci siamo chiesti: ma questo spettacolo o evento culturale, in quale zona della Città si trova? Con “Appuntamenti in Città” è possibile visualizzare tutti gli eventi che si svolgeranno nella Città di Reggio Calabria e quindi programmare il proprio soggiorno di divertimento e di relax, in un determinato periodo temporale.  La cartografia e le immagini satellitari sono basate sul sistema “Bing” della Microsoft, ormai diventato anche in Italia il sistema di riferimento di fatto per le consultazioni di informazioni turistiche e di territorio. L’area Multimedia, suddivisa nelle sezioni photogallery, video, virtual tour e audio è destinata ad intrattenere coloro che si trovano sulle pagine del portale, mentre al suo interno è possibile trovare la ‘Guida Turistica Virtuale’, azionabile anche dall’apposito box in homepage, un avatar predisposto ad hoc per accompagnare gli utenti durante la navigazione, con le traduzioni audio per i turisti stranieri (francese, tedesco, inglese e spagnolo). All’interno dell’area Multimedia i Virtual Tour rappresentano la vera novità, rispetto a quanto realizzato da altre capitali europeee (come Berlino, Barcellona ed Amsterdam). Si tratta di fotografie ad altissima risoluzione, che permettono di visitare “virtualmente” i luoghi più caratteristici della nostra Città, comodamente dal proprio luogo di lavoro o da casa, senza la necessità di installare programmi complessi nel proprio PC. La realizzazione dei Virtual Tour, così come degli spot video con i sottotitoli in diverse lingue, è stata curata dalla società Progetto5 srl di Reggio Calabria. La piattaforma tecnologica per la gestione dei contenuti e la realizzazione grafica, è stata realizzata dalla Posytron Engineering s.r.l., società reggina attiva nel mercato dell’ICT da oltre dieci anni. Oggi, la Rete Internet è considerata strategica per il marketing territoriale di una Città e si sviluppa tramite l’incremento esponenziale della presenza sul web di portali verticali o di semplici pagine web personali.  Per una Città e per la sua promozione, anche turistica, il punto importante di un uso comunicativo e dunque di un processo di branding, consiste nella forte notorietà del nome e del territorio che esso designa. Ecco perché questo progetto, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale nell’ottica di un potenziamento strategico dell’offerta turistica cittadina, accompagna e supporta altre iniziative che vantano un successo per la presenza di turisti stranieri nella nostra Città, quali ad esempio “REGGIO PASSAPORTO PER L’EUROPA”, che ha raggiunto obiettivi e risultati decisamente superiori alle aspettative previste e/o programmate ( http://todosaitalia.reggiocal.it). Questo Portale ed i servizi offerti tramite il web, contribuiscono ad incrementare il brand della Città di Reggio Calabria. Con il nuovo Portale Turistico “http://turismo.reggiocal.it”, l’Amministrazione Comunale mette a segno un altro risultato nell’ambito delle iniziative tecnologiche, rivolte a diffondere ulteriormente l’offerta turistica di Reggio Calabria nel mondo. Infatti, si è consolidato nell’uso comune, un nuovo modo di prenotazione della vacanza attraverso l’uso della Rete, agevolata anche dalla diffusione della prenotazione on-line dei voli, da parte delle compagnie aeree “low cost” e che pertanto, le nuove tecnologie ed in particolare Internet, rappresentano un importante strumento di marketing, per il potenziamento della promozione del territorio cittadino e per migliorare la capacità attrattiva della Città nei confronti dei flussi turistici. Il nuovo volto web del turismo reggino è destinato ad incrementare la visibilità della Città di Reggio Calabria, nella Rete Internet, ma anche a fornire servizi innovativi a turisti e cittadini, oltre che agli operatori commerciali del settore.

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 14 luglio, 2009

Reggina 2009 – 2010, partita la campagna abbonamenti

Image Hosted by ImageShack.us

4,76 euro a partita per la curva (4,21 per le donne), 7,85 per vedere una gara dalla gradinata, (7,14 per le donne) e per la tribuna si va dai 7,14 per gli under 18 ai 14,28 euro per la “nuova grande”. Prezzi, bisogna dirlo, davvero ottimi quelli della campagna abbonamenti 2009 – 2010 della Reggina Calcio. Ad oggi, il numero delle tessere sottoscritte non è elevato. Il tifoso amaranto, giustamente, pare un po attendista vista la campagna acquisti non ancora conclusa. Ah, dimenticavo. Mi è sembrata una scelta errata quella di non prevedere, ad oggi, la presenza dell’addetto stampa al ritiro della Reggina. Sarà anche aziendalmente giusto, ma, la decisione, ripeto, non mi pare azzeccata. 

In ogni caso, qui di seguito modalità e tabella grafica della campagna abbonamenti della Reggina “Sono qui per vincere“: La campagna abbonamenti per la prossima stagione sportiva è rivolta a tutti, con particolare attenzione alle famiglie, infatti, con le nuove formule di abbonamento previste, ogni tifoso, dal meno giovane al più piccolo, può essere presente al Granillo per vincere. Accanto all’abbonamento under 18, da quest’anno sarà disponibile l’abbonamento “giovani” (nati dopo l’1/1/1986); vengono inoltre riproposte le formule “rosa” e “over 65”.
Per i bambini fino a 10 anni (nati dopo l’1/1/1999) non è obbligatorio l’abbonamento in quanto, per ogni gara del prossimo campionato, verranno messi a disposizione biglietti al costo di un euro per ogni settore dello stadio* esclusivamente dedicati ai piccoli tifosi. Anche per la prossima stagione sportiva, grazie alla partnership con Nim Consulting (Agenzia Carifin Italia S.p.A di Reggio Calabria – Via De Nava40/B), sarà possibile finanziare il costo dell’abbonamento a tasso zero.
*escluso l’Area “Reggina 1986” 
La Tribuna Nord non è disponibile in abbonamento in quanto verrà destinata allo sviluppo di politiche giovanili. Gli abbonati della Tribuna Nord possono sottoscrivere l’abbonamento allo stesso prezzo della Tribuna Sud, in un’area loro riservata all’interno della Tribuna Est.
Le agevolazioni non sono cumulabili

Presso il salone di rappresentanza dell’Amministrazione Provinciale si è svolta la conferenza stampa di presentazione del 59.mo Giro Ciclistico della Provincia di Reggio Calabria. Ultimi dettagli organizzativi per l’importante evento sportivo, curato dallo Sporting Club 1917, che avrà il via ufficiale domenica 19 luglio, con la partenza da Melito Porto Salvo ed arrivo a Reggio Calabria, sul lungomare Falcomatà.
Un percorso ricco ed affascinante, come nella tradizione del Giro della Provincia, lungo 196,8 km, all’appello risponderanno 14 squadre, molte delle quali con grandi ciclisti, come Di Luca, Petacchi, Garzelli, Paolini e il reggino Sergio Laganà.
Il ritrovo di partenza per atleti ed appassionati, è fissato a Melito Porto Salvo alle ore 10.00, l’incolonnamento prima della partenza della carovana è fissato alle ore 11.00 presso la Villa Comunale, poi alle 11.30 l’avvio della corsa da via Rimembranza.
Il percorso, come illustrato dal direttore di corsa, Mario Staglianò, si svilupperà lungo la fascia ionica , fino a Locri, poi il salto verso il passo del Mercante (Zomaro) a 952 metri di altezza, primo Gran Premio della Montagna. Dopo i passaggi da Cittanova, Taurianova e San Martino, il Giro della Provincia giungerà a Palmi, per poi affrontare la famosa cima del Sant’Elia (secondo Gran Premio della Montagna).
Altri paesi coinvolti saranno, Bagnara Calabra, Favazzina, Scilla, Campo Calabro, Villa San Giovanni e l’ingresso a Reggio Calabria da Catona, Gallico, Archi e Santa Caterina. L’arrivo stimato sul lungomare Falcomatà è previsto intorno alle ore 16.00.
Nel corso della presentazione del Giro della Provincia, moderato dal giornalista Rai, Tonino Raffa, che ha curato anche uno splendido video che ha ripercorso tutte le edizioni della kermesse, sono intervenuti il Presidente dello Sporting Club 1917, Antonello Careri, che ha manifestato il suo saluto ed augurio a tutti i partecipanti, con l’auspicio che “tale prestigiosa manifestazione possa tornare a breve sulle strade di tutta la regione, con un nuovo Giro ciclisti della Calabria”.
In rappresentanza della Provincia erano presenti, il Presidente, Giuseppe Morabito e l’assessore allo Sport, Attilio Tucci, per il Comune di Reggio Calabria ha portato i saluti il vice Sindaco, con delega allo sport, Giuseppe Raffa, mentre per il comune di Melito Porto Salvo era presente l’assessore Beniamino Pulitanò.
Al completo anche la rappresentanza delle autorità sportive, con il vice Presidente del Coni Calabria, Alessandro Mastronardi e il Presidente del Coni Provinciale, Giovanni Filocamo. Per l’Ussi Calabria è intervenuto, Tonio Licordari. Presente in rappresentanza dei ciclisti, Sergio Laganà, mentre via telefono è intervenuto il grande campione degli anni 60, Vittorio Adorni, che proprio a Reggio Calabria nel 1969, con la maglia iridata del mondiale, vinse la giro e la maglia tricolore.
Il Giro della Provincia 2009 è legato anche ad momenti sociali, per l’occasione sono intervenuti la signora Concetta Lo Giudice (presidente della sezione Fidapa di Reggio Caabria) e il Preside della Scuola Media Don Bosco di Pellaro, scuola che ha vinto il concorso “un mondo di……bici” e alla quale sono state consegnate due bici.

(Comunicato stampa)

Le squadre iscritte

1) LPR Farnese Vini
2) Acqua e Sapone – Caffè Mokanbo
3) Ceramica Flaminia – Bossini Docce
4) ISD Team
5) Barloworld
6) Diquigiovanni – Androni Giocattoli
7) CSF Group – Navigare
8) Miche Silver Cross – Selle Italia
9) Amore e Vita – McDonalds
10) Beton Express – Limonta
11) Centro Calzature Marche
12) Carmidoro – A-Style
13) Nazionale Elettronica – Hadimec

Un po di storia del Giro ciclistico della provincia di Reggio Calabria:

 

Pubblicato da: Massimo Calabrò | 6 luglio, 2009

A Reggio impazza il Peppe Giuè

Image Hosted by ImageShack.us

Il tormentone dell’estate reggina 2009 è il Peppe Giuè. Sulla falsariga del noto Gioca Jouer di Claudio Cecchetto (chi è nato negli anni 60 – 70 lo ricorda bene), il comico – show man – imitatore – cabarettista Pasquale Caprì e Dario Baccellieri su Radio Touring 104 stanno conducendo un’apprezzata trasmissione (in onda lunedì – mercoledì – venerdi dalle 14 e 40 alle 15 e 40 e replica il sabato alle 23). Tra i personaggi che Caprì imita ci sono i politici Giuseppe Scopelliti, Pinone Morabito, Lamberti Castronuovo, il Presidente della Reggina Lillo Foti ed ancora, tra i tanti, Alfredo Pedullà, Rocco Zoccali, Peppe Dattola, Nino Neri, Fulvio Catalano, Mario Calipari, Peppe Mascianà, Peppe Plutino, Claudio Cordova, Gianni Baccellieri ed il sottoscritto (ahimè). Ovviamente Pasquale imita anche cantanti e personaggi conosciuti a livello nazionale, da Vasco Rossi, Ligabue, Luca Giurato, Tiziano Ferro, Romano Prodi, Celentano  ecc. ecc. Per tornare al tormentone dell’estare reggina, il Peppe Giuè (scritto proprio così), Pasquale Caprì prende in esame alcune frasi caratteristiche del Sindaco della città Giuseppe Scopelliti. Tutto da ascoltare.

Il Peppe Giuè di Pasquale Caprì 
e per i nostalgici il Gioca Jouer di Cecchetto

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie